Meditazione Laser

Da OmraamWiki.
Versione del 11 feb 2019 alle 13:55 di Omraamadmin (Discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Questa pratica meditativa, istituita da Omraam Mikhaël Aïvanhov, deve il suo nome dal riferimento al comune laser, lo strumento ormai universalmente conosciuto che produce un fascio di luce con particolari caratteristiche di uniformità. Queste proprietà fisiche e lo sviluppo tecnico del laser hanno fatto sì che il suo utilizzo sia ormai presente in moltissimi ambiti applicativi. Lo stesso Aïvanhov descrive così il laser e le sue caratteristiche:

«Recentemente la scienza ha messo a punto il laser che permette di ottenere dei fasci luminosi di grande potenza capaci di realizzare cose meravigliose. Il laser, che significa “Light Amplification by Stimulated Emission of Radiations” (amplificazione della luce mediante emissione stimolata di radiazioni), è stato messo a punto attorno al 1960 dal fisico americano Theodore Maiman. Il laser si compone di un cristallo di rubino sintetico a forma di cilindro le cui estremità presentano, da una parte, una superficie riflettente e dall'altra una superficie semi-riflettente. Il cristallo viene sottoposto alla luce di un flash verde che eccita gli atomi di cromo contenuti nel rubino (processo che viene denominato pompaggio ottico). Quando l'intensità del pompaggio del flash è sufficiente, all'estremità semi-riflettente si ha l'emissione di un fascio di luce estremamente intensa. La luce del laser è caratterizzata da fotoni della stessa frequenza – si tratta quindi di una luce monocromatica – che vengono emessi in un'unica direzione e in fase. La luce del laser è quindi anche una luce coerente. Sono queste le caratteristiche che rendono il laser interessante, in quanto una luce monocromatica e, al tempo stesso, coerente è una luce di eccezionale potenza. Non entrerò nei dettagli, che potranno essere ricavati dalla letteratura specializzata».[1]

Considerazioni introduttive

Aïvanhov ricorre spesso, nel suo Insegnamento, all’uso di “analogie”, ossia di immagini o situazioni della realtà quotidiana per spiegare fenomeni, realtà e verità del Mondo spirituale e del mondo interiore dell’essere umano.

Illustrando il laser anche da un punto di vista tecnico, per analogia Aïvanhov spiega che se un gruppo di persone riunite insieme, durante una meditazione, si concentra su un medesimo soggetto, si crea, attraverso il pensiero e la concentrazione, un “Laser energetico”, spirituale, ossia un fascio di energia spirituale con determinate caratteristiche. Per ottenere tale fenomeno è sufficiente che il soggetto su cui tutti si devono concentrare sia appunto la Luce. Aïvanhov spiega anche quali sono gli effetti di un simile lavoro collettivo:

«Anche noi possiamo divenire un laser che produce dei fenomeni e degli avvenimenti magnifici sul mondo intero, e per fare questo bisogna che i fratelli e le sorelle, che sono come gli atomi e gli elettroni, vibrino all’unisono alla frequenza della Luce cosmica. Ci si concentra tutti solo su un'immagine: la Luce. In questo modo le vibrazioni arrivano ad essere della stessa lunghezza d'onda e la Fratellanza, meditando e concentrandosi sulla Luce, diviene un laser, che migliora, illumina, porta la pace nel mondo e risveglia le coscienze di milioni e milioni di persone. Ecco cos’è il laser! Noi siamo il laser, tutti insieme consciamente, quando meditiamo nel silenzio, pensando alla stessa cosa e vibrando alla stessa lunghezza d'onda».[2]
«Quindi, d'ora in poi, anziché concentrarci ognuno su un soggetto diverso, il che disperde le nostre energie, è preferibile concentrarci tutti sulla Luce per produrre una vibrazione unica, potente. Possiamo immaginare quella Luce come la luce del sole: bianca, chiara, limpida, splendente e, facendo tale esercizio sul ritmo della respirazione, potremo sprigionare un'energia spirituale potente che andrà a risvegliare le coscienze di milioni di individui nel mondo, affinché tutti si comincino a lavorare per la pace e per la felicità dell'umanità intera».[3]

Affinché questa pratica sia efficace, è importante sapere che questa tecnica si basa sul lavoro in sincronicità dei praticanti e sullo sforzo collettivo che tutti compiono nell’essere concentrati sul medesimo soggetto. Questo sforzo permette ai praticanti di iniziare a vibrare all’unisono, aumentando significativamente l’intensità e la qualità delle vibrazioni di tutto il gruppo, facendo sì che tali vibrazioni energetiche si propaghino in lontananza. Grazie alla Legge di affinità, queste vibrazioni che si diffondono e attirano verso di sé tutti quegli esseri, umani e angelici, che vibrano a quella medesima lunghezza d’onda. Per questo la meditazione Laser può essere estremamente efficace, perché è il risultato di un lavoro collettivo che produce un’unica vibrazione capace di risvegliare le coscienze degli esseri umani e di attirare le Entità luminose del mondo invisibile.

Bibliografia

Opere e/o Conferenze di Omraam Mikhaël Aïvanhov sul soggetto trattato

Monografie o Articoli sul soggetto trattato, in rapporto all'insegnamento di Omraam Mikhaël Aïvanhov

  • Centro Studi Omraam Mikhaël Aïvanhov (2016), La Meditazione nell’Insegnamento di Omraam Mikhaël Aïvanhov, in "Misli", pp. 128 e ss.

Multimedia (immagini, audio, video)

Estratti di Conferenze di Omraam Mikhaël Aïvanhov (audio e/o video)

Conferenze di Omraam Mikhaël Aïvanhov (audio e/o video) pubblicate

Voci correlate

Collegamenti esterni

Note

  1. Aïvanhov, O. M., La luce spirito vivente, Prosveta, 2009, pag. 115.
  2. Aïvanhov, O. M., Estratto della Conferenza del 12 aprile 1981.
  3. Aïvanhov, O. M., La luce spirito vivente, Prosveta, 2009, pag. 140.

Avvertenza per il lettore: la stesura di questa voce, provvisoria ed esemplificativa, è solo un punto di partenza, giacché l'argomento è esaminato da Omraam Mikhaël Aïvanhov nell’ambito di migliaia di conferenze da lui tenute tra il 1938 e il 1985. Il ricercatore troverà importanti aspetti di ulteriore interesse leggendo o ascoltando direttamente le sue conferenze, edite dalla Casa editrice Prosveta, unica ed esclusiva titolare dei diritti sulla sua Opera. Pertanto, questa voce non esprime in modo completo ed esaustivo il pensiero di Aïvanhov sull'argomento.


OmraamWiki è un progetto internazionale realizzato con il contributo dei fondi della Ricerca scientifica dell’Università per Stranieri di Perugia (Dipartimento di Scienze Umane e Sociali)