Differenze tra le versioni di "Canto Izgréva Slantséto"

Da OmraamWiki.
Riga 137: Riga 137:
 
[[nl:Chant Izgréva Sleuntséto]]
 
[[nl:Chant Izgréva Sleuntséto]]
 
[[pt:Canto_Izgréva Sleuntséto]]
 
[[pt:Canto_Izgréva Sleuntséto]]
[[ru:Песня_Изгрева_слънцето]]
+
[[ru:Песня_Изгрева Сланцето]]

Versione delle 15:10, 15 giu 2020

«Il sole e la terra si scambiano, ma noi ne vediamo solo una parte, la parte più materiale: i raggi del sole che vengono a noi; non vediamo nulla di tutto ciò che si innalza anche dalla terra al sole. Tuttavia, alcuni esseri particolarmente sensibili hanno potuto vedere entità che scendono dalle regioni superiori per lavorare su esseri umani, animali, pietre, per poi andarsene una volta terminato il loro lavoro»[1].

Izgréva Sleuntséto (Il Sole sorge) - tonalità: Sol maggiore

1-31.jpg]

ascolto del Canto

Il testo

Cirillico, traslitterazione in italiano, traduzione in italiano.
Изгрева слънцето'.
Изгрева слънцето, праща светлина, носи радост за живота. 
Сила жива изворна течуща.
Зун мезун, бином тумето.
Izgréva Sleuntséto'.
Izgréva sleuntséto, prachta svètlina, nossi radost za jivota tia.
Sila jiva izvorna tètchouchta.
Zoun mezoun, binom toumèto.
Il sole sorge.
Il sole sorge, diffonde luce, porta gioia per la vita.
Forza vitale che fluisce dalla sorgente.
Zoun mezoun, binom toumèto (intraducibile).

Spiegazione del Canto

Storia

Il Maestro Peter Deunov ci dice:

«Izgréva Sleuntséto fa sorgere in noi il sole spirituale. Questo sole è il simbolo della nuova venuta nel mondo, il simbolo di ciò che è più nobile e puro. Per cantare questo esercizio, l'uomo deve entrare in un rapporto armonico con la Natura Divina. Non vi è essere più tenero, più sensibile, più ragionevole di lei. Ecco perché l'uomo deve ascoltare il suo richiamo. Ogni volta che l'uomo desidera accordarsi, tonificarsi, può cantare questo esercizio, lo può sperimentare quando è mal disposto».[2]

Tematica

Izgréva sleuntséto è un canto che ci invita a comunicare con il linguaggio simbolico della Natura imparando ad armonizzare le forze spirituali del cielo e della terra nel nostro cuore spirituale.

Parole chiave

Nobiltà, radiosità, equilibrio, esplosione di vita, gioiosa quiete.

Schema energetico

Il brano è strutturato in tre parti contrapposte e complementari.

Prima parte (misure da 1 a 13) - Il mondo delle forze solari (il polo della testa)

1-13.jpg

«Il sole sorge, diffonde luce, porta gioia per la vita»

L'idea principale della prima parte è legata alla ricettività, alla pace e alla ricezione delle forze solari.

Il sole sorge e la sua luce scende dentro di noi. Simbolicamente, il Sole rappresenta il nostro Sé superiore, l'essenza divina ed eterna con cui vogliamo fonderci.

La metrica è in tre, simboleggia il lavoro dello spirito, il tempo è lento e maestoso.

La prima parte del canto evoca la bellezza luminosa delle forze del mattino. L'atmosfera è di meditazione, di pace e di sacralità. È un istante di comunione al tempo stesso dolce e potente dove il sole, con la sua luce, il suo calore e la sua vita, lavora sulle nostre cellule affinché tutto il nostro essere si trasformi e diventi un piccolo sole nel mondo.

Si noti che Izgréva sleuntséto è anche il 16° movimento della Paneuritmia[3] e tutte le dinamiche energetiche del canto si riassumono nei gesti eseguiti quando viene ballato durante la Paneuritmia.

Seconda parte (misura da 14 a 25) - Il mondo delle forze telluriche (il polo della volontà)

14-25.jpg]

"La forza vivente che scorre dalla sorgente"

Nella seconda parte, la terra offre la sua risposta al sole. La natura, che rappresenta l'aspetto materno, fa sbocciare il germe ricevuto dal sole, che rappresenta l'aspetto paterno, è opera della bellezza della materia. Le forze vitali del mondo eterico saltano fuori e i piccoli esseri della natura si attivano per riprodurre l'immagine affidata dal Sole attraverso gli alberi, i ruscelli e i fiori.

La metrica va in due, il numero della materia. Il ritmo, vivace e leggero, è molto più veloce che nella prima parte. Simbolicamente, le energie del Sole (il Sé Superiore) vengono a risvegliare la volontà dell'essere umano e questo scatena in lui molto entusiasmo, effervescenza e gioia. Il Sole è attraversato da ogni tipo di corrente e fluttuazione ed è possibile solo sfruttarlo al meglio.

Terza parte (Misure da 26 a 31) - L'equilibrio tra i due mondi (il Polo del cuore)

26-31.jpg

Zounmé zoun, binom toumèto

Le parole di questa terza parte sono intraducibili. Provengono dalla lingua adamitica chiamata anche Vatan. Nelle sue spiegazioni, Peter Deunov riferisce di utilizzare il suono delle sillabe di Zun Mezun come strumento per riequilibrare le energie.

È interessante osservare come in quest'ultima parte la metrica alterna misure in due e tre, portandoci a bilanciare l'energia tra mente e materia. Per quanto riguarda il tempo, è a metà strada tra quelli utilizzati nelle prime due parti del canto.

La terza parte del canto è quindi legata alla nozione di equilibrio. Abbiamo visto che all'inizio il movimento involutivo del sole genera un'espansione della coscienza. Poi, nella parte centrale, la forza vitale che si è appena risvegliata sale e sgorga in noi. E ora, nella terza parte, la formula di Zoun Mézoun porta nel nostro cuore una forza di equilibrio che armonizza e ordina il flusso ascendente e discendente delle energie. È grazie a questo equilibrio che potremo rimanere sani, nel corpo e nella mente.

In sintesi

Izgréva Sleuntséto è una piccola "capsula" in cui il Maestro Peter Deunov raffigura il destino dell'anima umana: tendere verso l'immagine del Padre, assomigliarGli ispirandoci dal Libro Vivente della Natura, e applicare il Suo esempio nella nostra vita quotidiana, diventando un legame tra il Cielo e la Terra.

Opere e/o conferenze di O.M. Aïvanhov sull'argomento

  • O. M. Aïvanhov sur YouTube : Radiations, émanations, vibrations : Extrait d’une conférence improvisée le 12 mai 1985.
  • O. M. Aïvanhov, La nouvelle Terre Œuvres complètes n°13, p169 aux Éditions Prosveta – Chapitre des levers de soleil -- prière comme ce soleil se lève sur le monde…
  • O. M. Aïvanhov, Méditations au lever du Soleil Brochure 323 aux Éditions Prosveta

Articoli connessi

Liens Externes

Note

  1. O. M. Aïvanhov, Pensées quotidiennes 2019, pensée du 7 décembre " Les échanges entre le Ciel et la Terre" in Éditions Prosveta (2018)
  2. O. M. Aïvanhov, P. Deunov, Commenti alle canzoni (Fratellanza Bianca Universale).
  3. La Paneuritmia è una danza sacra in cui il danzatore si sforza di abbellire i suoi gesti e di renderli espressivi e armoniosi per farli vibrare nella coscienza con la vita e il ritmo della Natura stessa. Per maggiori informazioni, si consiglia l'opera di Muriel Urech, La Paneuritmia de Peter Deunov "Mouvements et partitions musicales", pubblicata da Prosveta.



Avis au lecteur : la rédaction de cet article, provisoire et non limitatif, est seulement un point de départ, puisque le sujet a été examiné plus en détail par Omraam Mikhaël Aïvanhov dans ses diverses conférences données entre 1938 et 1985. En lisant ou en écoutant directement ces conférences, publiées par les éditions Prosveta, propriétaire exclusif des droits de son travail, le chercheur y trouvera encore d’autres aspects intéressants et importants. Par conséquent, cet article n’exprime pas de manière complète et exhaustive la pensée d'Aïvanhov sur ce sujet.


OmraamWiki est un projet international réalisé avec la contribution des fonds de recherche scientifique de l'Université pour les étrangers de Pérouse (Département des Sciences Humaines et Sociales)